Centro Estivo Miramare Libertas: sono aperte le iscrizioni!

Il 9 aprile aprono le iscrizioni per il Centro estivo Miramare Libertas, tutte le mattine dalle 9 alle 12,30. E’ possibile iscrivere tutti i bambini che abbiano compiuto 4 anni, o che li compiranno entro giugno 2018, fino ai ragazzi di 12 anni (che hanno frequentato la 2^ media). 

Il Centro estivo inizierà l’attività lunedì 11 giugno fino a venerdì 7 settembre. E’ aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8 fino alle ore 13.

La “settimana tipo” del Centro Estivo:                                                                 Lunedì, mercoledì e venerdì uscita in spiaggia o al parco di Miramare.               Martedì e Giovedì attività in sede con laboratori di musica, sport e attività manuali con materiale di riciclo. Per i bambini in età scolare c’è anche la possibilità di svolgere i compiti per le vacanze. Una volta al mese è prevista un’uscita di un’intera giornata.

Quest’anno abbiamo la possibilità di utilizzare, oltre ai locali della parrocchia, anche il Parco Calimero che ci permetterà di trascorrere più ore all’aria aperta!

La peculiarità del nostro Centro estivo è far sentire i bambini accolti e curati, facendo trascorrere loro le giornate in un clima famigliare che li aiuti a socializzare con i coetanei e con i bambini di altre età, a favorire l’accoglienza e l’integrazione delle diversità, a crescere e sviluppare le loro attitudini.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a rivolgervi alla segreteria parrocchiale, di persona oppure telefonando allo 0541373185 o via e-mail: segreteria@parrocchiamiramare.org

Vi aspettiamo!!

Circolo Parrocchiale Parco Calimero: costruzione sala polivalente

Dopo la bellissima festa parrocchiale di Ottobre che ha visto l’inaugurazione del nostro nuovo centro parrocchiale, il progetto del CALIMERO è andato avanti e ha mosso i primi passi.
I primi lavori eseguiti, già visibili nel giorno della festa, sono stati l’apertura della divisione tra il parco ed campo da calcetto e la creazione di un massetto sotto la tettoia in previsione della creazione della nuova sala parrocchiale.
Stiamo ora per iniziare i lavori che ci porteranno a realizzare la nuova sala parrocchiale, chiudendo la tettoia presente adiacente alla casetta esistente: avremo così una nuova struttura al chiuso di circa 70 mq da poter utilizzare con bambini, giovani e adulti.
Crediamo che un centro di ritrovo per tutti noi, i nostri bambini e i nostri ragazzi sia di vitale importanza per la parrocchia e per il nostro quartiere.
Come sicuramente saprete le spese da sostenere sono importanti: il lavoro dei volontari che si sono resi disponibili aiuta a limitarne il peso, ma comunque dovremo affrontare una bella spesa, circa 13.000,00 €, per realizzare le pareti, i pavimenti interni ed esterni e l’impianto elettrico.

Per realizzare questo ulteriore sogno e per continuare a sostenere le spese dell’acquisto vi segnaliamo la possibilità per chi volesse di effettuare una

DONAZIONE, FISCALMENTE DEDUCIBILE:

la somma donata si può recuperare nella dichiarazione dei redditi, diminuendo di fatto le tasse da pagare.

La donazione può essere effettuata oltre che da persone fisiche                     anche dalle aziende.

Approfittiamo per fare davvero una cosa buona:
un piccolo contributo per realizzare il nostro nuovo centro parrocchiale.
Ognuno per ciò che può: ogni donazione, anche di poche decine di euro, sarà preziosa !

Se vuoi avere maggiori informazioni puoi chiamare Emanuele al 328 492 4157

Campo lavoro missionario 2018

Il 38° Campo Lavoro Missionario è in programma il 14 e 15 aprile 2018 e interesserà, come sempre, l’intero territorio della Diocesi. Nel corso della due giorni sarà effettuata una raccolta porta a porta che coinvolgerà oltre 100 mila abitazioni e numerose aziende. Tutti i materiali confluiranno nei 7 centri di raccolta allestiti a Rimini, Riccione, Bellaria, Cattolica, Santarcangelo, Villa Verucchio, Rimini parr. Cristo Re.                                                                            A Miramare il centro di raccolta sarà al Parco Calimero.

NELLA NOSTRA PARROCCHIA DI MIRAMARE LA RACCOLTA DEL MATERIALE SARÀ                      SOLO SABATO 14 APRILE DALLE ORE 15 ALLE ORE 17

Si prega di NON esporre il materiale prima DEL 14 APRILE: Gli anni scorsi alcune persone, spacciandosi per volontari, hanno potuto appropriarsi indebitamente dei sacchi e del materiale fuori dalle case. Aiutateci a vigilare prestando attenzione a rispettare gli orari e eventualmente segnalando alle autorità i furti.

Chi avesse del materiale pesante o in grosse quantità può chiamare ENTRO VENERDI’ 13 APRILE il numero: 0541 373185 (segreteria parrocchia Miramare)                         Chi avesse materiale in buono stato per i mercatini può portarlo direttamente in parrocchia anche prima del 14 aprile
Modalità di raccolta

I sacchi gialli distribuiti presso le abitazioni andranno utilizzati solo per indumenti e pelletteria. Per il resto si raccomanda di preparare scatoloni a parte, indicandone il contenuto.

Il materiale in buono stato verrà utilizzato per l’allestimento dei MERCATINI. Si prega quindi di preparare scatoloni a parte per tale materiale.
Per informazioni più dettagliate potete consultare il sito del Campo lavoro: https://www.campolavoro.it/sito3/campo-lavoro-2015/edizione-in-corso/edizione-2018

Benedizioni alle famiglie 2018

Carissimi parrocchiani, in questo periodo che precede la Pasqua desidero con gioia incontrarvi nelle vostre case per conoscervi personalmente, per pregare con voi e portare la Benedizione del Signore alle vostre famiglie.                      

don Giovanni

Le contrade che saranno visitate quest’anno sono: la Contrada via Losanna, dal 29 GENNAIO, la Contrada Orti, da Lunedì 26 febbraio, e la Contrada del Mare da Giovedì 5 APRILE. Don Giovanni  passerà nelle case nei giorni indicati sul calendario: il giovedì mattina, a cominciare dalle 9 circa, e negli altri giorni, il pomeriggio, dalle ore 15 fino a tarda serata.

CONTRADA VIA LOSANNA

Lunedì 29 gennaio POMERIGGIO: via Novara, via Flaminia dal 411 al 433 (zona Fienile)
Via Flaminia NUMERI PARI dal 356 al 396
Martedì 30 gennaio POMERIGGIO: via Losanna NUMERI DISPARI dal 27 al 61 e via San Gallo
Mercoledì 31 gennaio POMERIGGIO: Via Losanna NUMERI PARI dal 42 al 62
Giovedì 1 febbraio MATTINA: via Giubasco
Venerdì 2 febbraio POMERIGGIO: Via Chiasso NUMERI DISPARI
Lunedì 5 febbraio POMERIGGIO: Via Chiasso NUMERI PARI
Martedì 6 febbraio POMERIGGIO: Via Mendrisio
Mercoledì 7 febbraio POMERIGGIO: Via Capolago NUMERI DISPARI
Giovedì 8 febbraio MATTINA: Via Capolago NUMERI PARI
Venerdì 9 febbraio POMERIGGIO: via Pontresina
Lunedì 12 febbraio POMERIGGIO: Via Losanna NUMERI PARI dal 18 al 30
Martedì 13 febbraio POMERIGGIO: via Silvaplana NUMERI DISPARI
Giovedì 15 febbraio MATTINA: via Silvaplana NUMERI PARI
Lunedì 19 febbraio POMERIGGIO: via Poschiavo DISPARI
Martedì 20 febbraio POMERIGGIO: via Poschiavo PARI
Mercoledì 21 febbraio POMERIGGIO: Via Coira NUMERI PARI
Giovedì 22 febbraio MATTINA: via Coira NUMERI DISPARI
Venerdì 23 febbraio POMERIGGIO: via Montreux e P.zza Cracovia

CONTRADA DEGLI ORTI

Lunedì 26 febbraio POMERIGGIO: via Parigi e via OSLO
Martedì 27 febbraio POMERIGGIO: Via Vienna NUMERI DISPARI dal 1 al 3
Mercoledì 28 febbraio POMERIGGIO: Via Vienna NUMERI DISPARI dal 5 al 23 e Via VIENNA NUMERI PARI dal 2 al 16
Giovedì 1 marzo MATTINA: Via Vienna NUMERI PARI dal 18 al 26
Venerdì 2 marzo POMERIGGIO: Via Lisbona
Lunedì 5 marzo POMERIGGIO: Via Londra n. 1, 2 e 3
Martedì 6 marzo POMERIGGIO: Via Londra dal n. 4 al n.20
Mercoledì 7 marzo POMERIGGIO: Via Londra dal n. 21 al n. 54
Giovedì 8 marzo MATTINA: Via Madrid fino al n. 22
Venerdì 9 marzo POMERIGGIO: Via Madrid dal n. 24 in poi
Lunedì 12 marzo POMERIGGIO: Via Stoccolma NUMERI PARI
Martedì 13 marzo POMERIGGIO: via Stoccolma NUMERI DISPARI (escluso zona PEPP)
Mercoledì 14 marzo POMERIGGIO: Via Dublino
Giovedì 15 marzo MATTINA: via Copenaghen
Venerdì 16 marzo POMERIGGIO: via Amsterdam NUMERI DISPARI e PARI dal 68 al 82
Lunedì 19 marzo POMERIGGIO: VIA Amsterdam palazzo n. 2 e n. 4
Martedì 20 marzo POMERIGGIO: Via Lussemburgo DISPARI
Mercoledì 21 marzo POMERIGGIO: Via Lussemburgo PARI
Giovedì 22 marzo MATTINA: via Bruxelles NUMERI PARI
Venerdì 23 marzo POMERIGGIO: via Bruxelles NUMERI DISPARI
26 – 31 marzo: SETTIMANA SANTA
Mercoledì 4 aprile POMERIGGIO: Via Atene NUMERI DISPARI
Giovedì 5 aprile MATTINA: Via Atene NUMERI PARI

CONTRADA DEL MARE 

Martedì 10 aprile POMERIGGIO: Via Marconi NUMERI DISPARI dal n. 53 al n. 107
Mercoledì 11 aprile POMERIGGIO: Via Marconi NUMERI PARI
Giovedì 12 aprile MATTINA: Via Pescara e via Brescia
Venerdì 13 aprile POMERIGGIO: Via Adria
Martedì 17 aprile POMERIGGIO: via Padova
Mercoledì 18 aprile POMERIGGIO: Via Martinelli NUMERI PARI. via Ferrarin e via Bevilacqua
Giovedì 19 aprile MATTINA: Via Maddalena
Lunedì 23 aprile POMERIGGIO: Via Martinelli NUMERI DISPARI e via Udine
Martedì 24 aprile POMERIGGIO: Via Oliveti (da sotto la ferrovia fino al mare)
Giovedì 26 aprile MATTINA: Viale R. Margherita dal n. 82 al n. 217
Venerdì 27 aprile POMERIGGIO: Via De Pinedo. Don Masi e e via Aprilia
Dal 2 al 5 maggio preparazione PRIMA COMUNIONE
Lunedì 7 maggio POMERIGGIO: Viale R. Margherita dal n. 219 al n. 255
Martedì 8 maggio POMERIGGIO: Via Locatelli dal n. 2 al n. 33
Mercoledì 9 maggio POMERIGGIO: piazza D. Raggi e Via Locatelli dal n. 34 al n. 66
Giovedì 10 maggio MATTINA: Via Sabaudia
Venerdì 11 maggio POMERIGGIO: via Pontinia
Lunedì 14 maggio POMERIGGIO: Via Tirrenia,
Martedì 15 maggio POMERIGGIO: Via Pomezia e via Anzio
Mercoledì 16 maggio POMERIGGIO: via Latina e via Quarto
Giovedì 17 maggio MATTINA: Via Monza
Venerdì 18 maggio POMERIGGIO: Via Assisi
Lunedì 21 maggio POMERIGGIO: via Faenza e via Marsala
Martedì 22 maggio POMERIGGIO: Via Biella, Via Sarsina
Mercoledì 23 maggio POMERIGGIO: via Bergamo
Giovedì 24 maggio MATTINA: Via Gubbio NUMERI DISPARI
Venerdì 25 maggio POMERIGGIO: Via Gubbio NUMERI PARI
Lunedì 28 maggio POMERIGGIO: Via Viareggio
Martedì 29 maggio POMERIGGIO: via Mantova (zona di Miramare)

Il presepe vivente a Miramare: una ferita può generare una nuova apertura

Pubblichiamo la lettera di Donatella, una delle insegnanti promotrici del Presepe vivente: le sue parole vogliono essere la voce di ciascuno delle persone che condividono ogni anno il Presepe Vivente, di ciascuno di noi!

“Sono un’insegnante di una delle cosiddette ‘periferie’ di Rimini: Miramare, nome diventato famoso la scorsa estate in tutta Italia per un fatto di cronaca nera, e per questo finito sotto i riflettori del mondo. L’esperienza insegna, però, che ogni ferita può diventare grido, può generare una nuova apertura, e farci diventare più attenti a quei segni buoni che la vita, quando è accolta, mette sempre inaspettatamente davanti. Come quel pomeriggio di fine ottobre, quando, mentre camminavo in spiaggia con due bidoni bianchi, per raccogliere le conchiglie dopo una mareggiata, incontrai un vecchio bagnino, tutto intento a pulire il suo pezzo di spiaggia. Mi guardò e mi disse: “E’ per il presepe?” Io, stupita e anche un po’ turbata da quella inaspettata intuizione del nonno, risposi: “Sì!” E lui tirò fuori dalla sua tasca la sua bella conchiglia e mi disse: “Questa mettetela nel vostro presepe!”  E con quella conchiglia, per me misteriosa, ho continuato a cercare i segni che mi indicassero la strada per realizzare il Presepe Vivente di Miramare – che si è svolto domenica scorsa, 17 dicembre – la cui esperienza è condivisa sin dall’origine da ormai quindici anni, con la maestra Letizia e con altri insegnanti dell’infanzia, della primaria e delle medie. E quest’anno nella chat (creata per coordinare la preparazione) ogni tanto dovevo aggiungerne qualcuno!

Tutto questo e la mostra visitata al Meeting “Il presepe che meraviglia”, realizzata da Padre Marco Finco e la lettura de “Il pastore della meraviglia” ci hanno indicato la strada: LA MERAVIGLIA.
In questo Presepe, così segnato dalle tante ferite che ciascuno di noi si porta dentro, ci veniva chiesto di vivere e testimoniare LA MERAVIGLIA. Ma questo sentimento così profondo del cuore non è in grado di generarlo nessuno, tantomeno noi! Era evidente che ci era solo chiesto di continuare a guardare i segni che ci stupivano.
E così accade che durante una cena a casa, mentre si iniziava a parlare di presepe, ci fosse al tavolo anche Alassane, un ragazzo profugo, a cui mi viene spontaneo chiedere: “Alassane, ma tu sai cos’è il Presepe?” E lui: “No”.
Quel suo ‘no’, ha sollecitato da subito il desiderio di raccontare, di spiegare, ma ancor più di far vedere. Ed è per questo che Alassane è divenuto uno dei protagonisti principali del nostro Presepe, insieme a Daniele, che rappresentava la nostra tradizione, a Giuseppe, il nostro Pastore della Meraviglia e a tredici bellissimi ragazzi delle medie di Miramare che hanno interpretato alcune delle statuine più significative del presepe tradizionale: Benino, il pastore dormiente, il buon pastore, il cacciatore e il pescatore, le lavandaie, la donna al pozzo, i giocatori di carte con l’oste.
Con loro e attraverso loro siamo stati condotti a riscoprire quei fattori così desiderabili che ci definiscono come uomini: l’umiltà, la purezza, la bontà, la semplicità, il peccato perdonato.
E poi i tre Re Magi: Moumed (senegalese), Shanhao (cinese), Andrea (cesenate), uomini così ‘lontani’ tra loro, con storie diversissime, tre incontri e un’amicizia nuova che fiorisce.
E la famiglia, con quel bimbo nato il 25 novembre, proprio un mese prima di Natale, il cui unico dubbio per la madre è stato: “Ma sarebbe un Gesù un po’ scuro…” Eh sì, perché loro sono di Burkina Faso, e hanno visto nascere qua il loro terzo figlio. E sarà la loro figlia più grande a deporre il Gesù Bambino dell’anno 2017, a Miramare, dentro la mangiatoia. Mentre un altro suo fratellino teneva stretto tra le sue mani un giglio. Giuseppe così dignitosamente e umilmente fiero, con Maria, così sorridente e lieta, insieme ai loro figli, hanno reso la Sacra Famiglia un’esperienza.
E il violino, suonato da una giovane bulgara, il flauto, i canti dei bambini hanno aperto i cuori alla commozione e allo stupore, quasi a dire: “E’ tutto vero ed è possibile vivere così!”
E quei bambini, tanti, con i loro genitori, tutti lì ad adorare un Dio che si è fatto uomo, ognuno col peso della propria storia, dei propri errori e fatiche, ma tutti lì, trascinati da un Fatto misterioso, a tanti magari incomprensibile, trascinati da Quella Meraviglia!
E quel popolo, così diverso, fiorito così inaspettatamente, che rimane diverso, e la cui diversità è stata ed è ricchezza e necessità. Sì, necessità, per scoprire e rinnovare la consapevolezza della propria origine e della propria identità, per non darla per scontata o affermata ideologicamente.
I nostri occhi hanno avuto la fortuna di vedere un pezzo di umanità nuova e possibile, non generata da noi. Noi abbiamo solo seguito i segni, lasciandoci cambiare dai tanti incontri accaduti lungo il cammino, desiderosi di vivere l’avvenimento del Natale.
Forse Gesù Bambino ha guardato, e guarda, il nostro cuore ferito accogliendo il nostro grido, e sembra dirci: “Io nasco volentieri in mezzo a voi, nelle vostre famiglie, o popolo di Miramare!”
Donatella Magnani

 

Centro Parrocchiale “Giardino Calimero”

Dopo la bellissima festa parrocchiale di Ottobre che ha visto l’inaugurazione del nostro nuovo centro parrocchiale, il progetto del CALIMERO è andato avanti e ha mosso i primi passi. I primi lavori eseguiti, già visibili nel giorno della festa, sono stati l’apertura della divisione tra il parco ed campo da calcetto e la creazione di un massetto sotto la tettoia in previsione della creazione della nuova sala parrocchiale.

Stiamo ora per iniziare i lavori che ci porteranno a realizzare la nuova sala parrocchiale, chiudendo la tettoia presente adiacente alla casetta esistente: avremo così una nuova struttura al chiuso di circa 70 mq da poter utilizzare con bambini, giovani e adulti.

Crediamo che un centro di ritrovo per tutti noi, i nostri bambini e i nostri ragazzi sia di vitale importanza per la parrocchia e per il nostro quartiere. 

Come certamente saprete le spese da sostenere sono importanti: certamente il lavoro dei volontari che si sono resi disponibili aiuta a limitarne il peso, ma comunque dovremo affrontare una bella spesa, circa 10.000,00 €.

Per realizzare questo ulteriore sogno e per continuare a sostenere le spese dell’acquisto vi segnaliamo la possibilità per chi volesse di effettuare una DONAZIONE, FISCALMENTE DEDUCIBILE

La somma donata si può recuperare nella dichiarazione dei redditi,                 diminuendo di fatto le tasse da pagare.     

La donazione può essere effettuata oltre che da persone fisiche                     anche dalle aziende.

CAUSALE DELLE DONAZIONI: “EROGAZIONE LIBERALE”

Approfittiamo di questo ultimo periodo dell’anno per fare davvero una cosa buona:

aiutarci a realizzare il nostro nuovo centro parrocchiale.

Ognuno per ciò che può:                                                                                                     ogni donazione, anche di poche decine di euro, sarà preziosa!

PER INFO: Se vuoi avere maggiori informazioni puoi chiamare Emanuele al 328 492 4157